I nostri esperti sono, nel settore delle immagini, ciò che Anna Wintour è nel settore della moda.

I nostri ricercatori e art director sono in grado di comprendere i trend visivi come pochi altri sanno fare, di prevedere le tendenze future e di produrre immagini perfette per soddisfare le necessità dei brand il prossimo anno. Questo anche grazie al loro punto di vista privilegiato, dal momento che fanno parte dell’azienda leader nel settore dei media visivi.

Abbiamo analizzato le milioni di ricerche e licenze vendute su gettyimages.com e abbiamo monitorato attentamente l’uso che viene fatto di queste immagini: dalla pubblicità alla realizzazione di video e film, dai social media alle pagine dei giornali. Vuoi scoprire quali sono le prossime tendenze? Prenditi un momento per ascoltare Pam Grossman, Director of Visual Trends per Getty Images: ne resterai affascinato ed ispirato.

L’anno scorso in questo periodo ho ascoltato le previsioni di Pam per il 2015 ed ora, se mi guardo indietro, vedo che ciò che lei e i suoi colleghi avevano predetto si è davvero verificato.

Prendiamo, per esempio, le riflessioni sull’identità di genere. Nel libro “Creative in Focus” dedicato al 2015 Pam Grossman sottolineava come l’idea di mascolinità e femminilità stesse diventando sempre più fluida nella società odierna e indicava come probabile un aumento dell’uso di immagini in grado di riflettere e interpretare questo cambiamento. Aveva ragione.

Entro il mese di marzo, il concetto di genere sessuale era stato ridefinito dalla cultura popolare, ancora prima dell’intervista di Caitlyn Jenners con Diane Sawyer. Pubblicitari e comunicatori presero nota e a tutt’oggi questo trend non accenna a diminuire, anche se siamo alle porte di un nuovo anno.

Lo stesso discorso si potrebbe fare per le altre previsioni fatte per il 2015, per esempio quelle che parlavano di Wonderlust e Vanguardians, che continuano a sperimentare alti e bassi durante tutto l’anno, proprio come fanno le tendenze della moda.

Cosa ti aspetta per il 2016?

Ecco una breve panoramica sui trend visivi che domineranno il 2016. Se vuoi saperne di più guarda la registrazione del webinar di Pam Grossman.

Via libera agli outsider – Soggetti che si spingono al limite e visual che rompono con la tradizione saranno di gran moda il prossimo anno: i gusti del pubblico stanno diventando sempre più audaci.

Una umanità estesa – La nostra nozione di individuo si sta espandendo, sfruttando il potere della tecnologia in tutti gli ambiti della nostra vita. Le definizioni di uomo e di macchina stanno acquisendo nuove sfumature, e i risultati di questo cambiamento sono affascinanti.

Vita e valori – I brand si concentrano sempre più sui valori, la riflessione prima dell’acquisto è sempre più un fatto di primaria importanza: i consumatori stanno spostando la loro attenzione verso un consumo più consapevole.

 

Messthetics: imperfetto è bello – I brand impareranno ad apprezzare e impiegare il potere di un’immagine più reale e meno patinata: ciò che è brutto, disordinato, sudato e viscerale verrà impiegato per rendere più efficace la propria comunicazione. È una vera e propria ribellione contro l’ordine, che esplode in una festa dedicata alla fisicità e alla vera anima della natura umana.

Il silenzio contro il rumore – Un trend che interpreta la necessità di creare uno spazio in cui i consumatori possano avere respiro e riconnettersi con sé stessi, in un mercato sempre più congestionato. Un modo per creare una connessione con le proprie emozioni e il proprio spirito utilizzando immagini poetiche.

Sì al surreale – Nel tentativo di rappresentare la nostra vita sempre più sfaccettata e multiforme, in questa era digitale, scopriamo che le opportunità per la nostra creatività sono infinite. Una nuova tendenza utilizza sempre più una grafica surreale e gioca con i concetti di infinito, di dualità e di molteplicità.

Scopri di più sui trend visivi 2016. Leggi il libro o Guarda la registrazione del nostro webinar.