La consapevolezza attorno al tema dell’emancipazione femminile sta crescendo rapidamente in tutto il mondo. Con figure carismatiche, come quella di Sheryl Sandberg e la sua fondazione LeanIn.org, che incoraggiano le donne ad aiutarsi vicendevolmente per far sentire la loro voce, è evidente che sono ormai necessarie immagini del tutto nuove, in grado di riflettere questo spirito pionieristico.

Ciò a cui assistiamo è un rovesciamento di ruoli e responsabilità e ora le donne stanno sempre più accettando l’idea che è possibile conciliare vita privata e lavoro nell’era digitale. Per molte, questo comporta non soltanto una realizzazione personale ma, cosa ancor più importante, un atteggiamento aperto e onesto in grado di ispirare altre donne.

Se si insiste su questo sentimento promuovendolo con un nuovo linguaggio visivo, gli stereotipi che ancora impediscono alle donne di assumere ruoli di leadership diminuiranno, creando così nuove e interessanti opportunità di marketing.

Oggi la donna è il frutto del suo atteggiamento e della percezione che ha di sé, attraverso cui gestisce i difficili ruoli di professionista o madre. Questa tendenza si riflette anche nella necessità di utilizzare immagini più evolute, abbandonando via via ideali di bellezza ormai antiquati a favore del desiderio di vedere una “donna vera”, che ispiri un senso di vicinanza e familiarità.

Quando Vanity Fair ha pubblicato le foto scattate da Chuck Close a star di Hollywood del calibro di Oprah Winfrey e Julia Roberts senza trucco e in abiti quotidiani, una rinomata blogger di moda, Garance Doré, ha scritto “Perché ho (…) come l’impressione di vedere Julia Roberts (46 anni) per la prima volta?”

Negli anni a venire ci si può quindi aspettare un numero sempre maggiore di modelli femminili che promuovano un più elevato senso di unità e collaborazione, frutto di qualità tipicamente femminili?

 

Pantene

Pantene ha contribuito in modo importante a questa nuova visione, mettendo in evidenza il doppio stereotipo legato ai ruoli di uomini e donne sul posto di lavoro. La campagna di BBDO Guerrero Manila smonta in modo efficace le etichette esistenti sul perché lo stesso comportamento in ambito professionale venga considerato “autorevole” se assunto da un uomo e “autoritario” se assunto da una donna. Il punto interessante di questa campagna è che, invece di pubblicizzare il prodotto, tratta un argomento di stretta attualità mostrando l’impegno del marchio. Il video della campagna è stato definito dalla fondatrice di Lean In, Sheryl Sandberg, uno dei più potenti ed efficaci della storia. La fondazione inoltre ha appena lanciato la sua campagna #banbossy, volta a incoraggiare le giovani donne ad assumere il ruolo di leader.

 

Marks & Spencer

Il grande magazzino britannico ha riunito alcune donne eccezionali tra i più positivi modelli di riferimento femminili del Paese, dall’attrice Helen Mirren e l’artista Tracey Emin alla campionessa olimpica di box Nicola Adams, tutte con uno stile personale e storie di successo. Presentando donne di qualsiasi età, con storie diverse e provenienti da tutti i settori lavorativi, la campagna Meet Britain’s Leading Ladies, creata da RKCR Y&R e scattata da Annie Leibovitz, spinge a una riflessione sul valore di ogni persona. Le donne non solo si accettano per come sono, ma si autodeterminano in base al loro coraggio e all’impegno che mettono tutti i giorni nel loro lavoro e nella loro vita privata.Tutto queste le unisce.

 

Mercy Academy

Considerata da AdWeek come una delle campagne più riuscite del 2013, Mercer Academy annuncia che l’immagine della donna passiva è ormai soltanto un ricordo del passato. “You’re not a princess – prepare for real life” (Non sei una principessa: preparati alla vita reale) è una delle tagline di questa scuola cattolica che incita donne e ragazze a prendere il controllo delle loro vite. Il messaggio qui mira a incoraggiare le donne a puntare al successo, per diventare non solo partner di pari grado a livello economico, ma anche individui sicuri e indipendenti.

 

Plan Nederland

La campagna lanciata dalla ONG Plan Netherland sottolinea l’importanza a livello mondiale di istruire le bambine, di proteggerle e di fornire loro l’opportunità di diventare donne forti e influenti. Mostrando in vari fotogrammi donne reali nei loro ruoli più naturali di madri, figlie, amiche e professioniste, accanto alle donne più famose e coraggiose del nostro tempo, come Rosa Parks, la campagna sottolinea la necessità di avere donne forti alle fondamenta della nostra società.

 

Nike

La campagna Endless Possibilities di Nike incoraggia chiaramente le donne a osare e a spingersi oltre per raggiungere l’impossibile. Esprimendo l’entusiasmo per la conquista di nuovi sentieri e percorsi lavorativi, questo messaggio si aggancia a quello di punta di Nike: con la determinazione e la volontà si può superare qualsiasi limite.

 

In breve:

  • Un nuovo linguaggio visivo smantella gli stereotipi, incoraggiando le donne ad assumere il ruolo di leader
  • L’autodeterminazione e la fiducia nelle proprie capacità sono gli aspetti che definiscono il ritratto delle donne di oggi
  • La donna di oggi esprime potere e leadership tramite l’eguaglianza e l’equilibrio
  • I ritratti di donne straordinarie e diverse sono accomunati da due caratteristiche: duro lavoro e successo