Spazio vuoto, linee pulite e semplicità compositiva: queste immagini ci offrono uno spazio per respirare ed esplorare i nostri sensi, regalando una tregua alla nostra mente sovra-stimolata.

Queste fotografie mettono per un attimo a tacere il clamore tipico di un evento sportivo di rilevanza mondiale e ci fanno ritrovare dei momenti di quiete, comunicandoci al contempo la forza e la concentrazione degli atleti olimpici.

 

Un attimo di calma precede l’entrata in acqua. In questa immagine le atlete della gara di Triathlon femminile sono state immortalate nell’attimo prima di tuffarsi in acqua e iniziare la gara, lasciando lo spettatore con il fiato sospeso. L’uso del bianco e nero aiuta a creare un’atmosfera di sospensione, trasformando l’azione in una composizione simile a un dipinto.

 

La silhouette di una ginnasta durante il riscaldamento trasporta lo spettatore in un’atmosfera di calma, aiutando a trasmettere la concentrazione dell’atleta. Grazie anche all’uso dei colori, l’immagine è al tempo stesso povera di elementi e ricca di forza espressiva.

 

Una immagine con un tale forza espressiva riesce a far nascere istantaneamente un’emozione in chi la guarda. Un solo punto focale, sottolineato dall’utilizzo delle linee, guida gli occhi e la mente di chi guarda, portando a concentrarsi su questo momento di gioia dopo una vittoria.

 

Questo scatto delle Olimpiadi di Helsinki del 1952 utilizza lo sfonto, il movimento e la tensione narrativa per creare un attimo di sospensione durante la gara e trasmettere l’emozione di una competizione ai massimi livelli. Gli stessi elementi continuano ad ottenere lo stesso effetto anche oggi, quando si rallenta un’azione per aggiungere forza comunicativa.

Shirley Strickland alle Olimpiadi

 

Questa immagine delle Olimpiadi di Berlino del 1936 è pura poesia visiva. È una storia raccontata in un solo istante di quiete. È quasi possibile percepire il silenzio che circonda il tuffatore mentre sta per entrare in acqua, prima del boato della folla.

 

La scherma, uno degli sport olimpici più teatrali, riporta in vita l’emozione di un combattimento testa a testa. L’uso minimalista dei colori e dei contrasti in questa immagine crea un ritratto classico ed emozionante di questo sport.

 

In questa immagine gli ostacoli vengono utilizzati per creare un effetto che rimanda alla lente di uno zoom, in modo da consentire a chi guarda di concentrarsi sul soggetto dell’immagine. L’uso di questi elementi che incorniciano l’atleta minimizza il “rumore”e consente ed ha l’effetto di amplificare la nostra attenzione e le nostre emozioni.

 

Molto prima di arrivare sul podio, ogni atleta olimpico è stato un appassionato del suo sport. In questa immagine, il campo visivo ridotto e l’uso della luce ci porta a rivivere la storia d’amore di un atleta con il suo sport.

 

L’uso di forme geometriche è uno strumento semplice da utilizzare per ottenere una narrazione elegante. Il salto di questo atleta, incorniciato da un forma circolare e con le luci piramidali alle sue spalle, riesce a raccontare una storia che, nella sua semplicità, riporta quasi all’infanzia. La bellezza dell’immagine parla da sola.

 

Guarda altre immagini che raccontano un momento di quiete durante le Olimpiadi su Getty Images