“Per me non c’è niente di meglio che avere un’idea in testa e poi realizzarla nel mio lavoro.”

A poche settimane dell’inizio dei Giochi Olimpici di Rio, il team di all star di Getty Images si sta scaldando per il grande evento. Anni di duro lavoro e di pianificazione vengono messi in pratica per essere certi che i nostri fotografi siano pronti a sostenere la pressione.

I fotografi pluripremiati Al Bello, Clive Rose e Adam Pretty seguiranno le gare di nuoto. Bello si è recentemente recato a Rio per fotografare le gare di test dell’Aquece Rio, in modo da farsi un’idea delle condizioni di lavoro durante le Olimpiadi.

“Sono riuscito a portare a casa alcune fotografie che penso siano rappresentative di come sarà l’Olimpiade di Rio,” ha detto Bello. “Stiamo lavorando sodo per prepararci al meglio.”

Durante questo viaggio Al ha colto l’occasione per sperimentare nuove tecniche e provare nuovi scatti.

“Ciò che mi ha sempre affascinato negli scatti subacquei è il fatto di poter mostrare ciò che normalmente non è visibile agli occhi. Ho pensato: proviamo ad unire due mondi e a mostrare ogni gara da due punti di vista, dall’esterno e dall’interno della piscina. E quale modo migliore per farlo se non dividere in due l’immagine?” racconta. “Per me non c’è niente di meglio che avere un’idea in testa e poi realizzarla nel mio lavoro.”

Tra le nuove tecnologie che saranno impiegate durante le Olimpiadi c’è anche un supporto robotico per la fotocamera che contiene una Canon EOS-1D X Mark II e che consente di realizzare scatti sott’acqua di alta qualità. Ci sono voluti circa sei mesi per costruire questo alloggiamento subacqueo che è in grado di ruotare, girare su sé stesso e rimettere a fuoco la fotocamera grazie all’impiego di un controllo a distanza.

DCIM103GOPROG0753945.
Al Bello con il supporto Robotico per la fotocamera

“Occorre posizionare la fotocamera ore prima dell’inizio della gara, quindi + necessario provare a visualizzare cosa accadrà nella piscina. È come quando un pittore ha davanti a sé una tela bianca: bisogna immaginare cosa accadrà durante la gara e poi piazzare la fotocamera in quello che sembra il punto migliore,” dice Bello.  “La cosa buona di questo alloggiamento e che se l’azione non avviene esattamente come avevo immaginato posso aggiustare la fotocamera da bordo piscina senza dover saltare nuovamente in acqua.”

Con questa nuova tecnologia a disposizione, il team di Getty Images potrà liberare tutta la sua creatività.

“Spero di essere il più creativo possibile, e così Adam Pretty e Clive Rose,” dice Bello. “Nel nostro staff ci sono persone di talento e grande esperienza, fotografi creativi ed eccezionali; penso che sia impossibile non ottenere immagini uniche e originali delle Olimpiadi.”

Guarda altre immagini sportive di Al Bello su Getty Images