La nostra nozione di individuo si sta espandendo, sfruttando il potere della tecnologia in tutti gli ambiti della nostra vita. Le definizioni di uomo e di macchina stanno acquisendo nuove sfumature, e i risultati di questo cambiamento sono affascinanti.

La tecnologia sta cambiando il modo in cui viviamo, condividiamo le nostre esperienze, facciamo arte e sperimentiamo ciò che ci circonda. La nostra idea di essere umano sta cambiando: la tecnologia è ormai un’estensione del nostro corpo, espande la nostra mente, la nostra memoria e la nostra creatività e ci consente di essere sempre connessi gli uni con gli altri.

Nei prossimi cinque anni, oltre il 75% della popolazione mondiale sarà proprietaria di uno smartphone ed entro lo stesso periodo di tempo verrà sviluppata la tecnologia 5G per la connessione internet e gli utilizzi commerciali. Per la prossima generazione l’accesso illimitato alle informazioni e alla connettività sarà una realtà. Anche la robotica sta facendo passi da gigante: intelligenza artificiale, dispositivi indossabili e nuove app ci consentono di sapere di più su noi stessi sia come individui che come collettività.

GettyImages-580741603

Molti di questi cambiamenti interessano direttamente il nostro corpo. Oggi siamo in grado di monitorare la nostra fisiologia, in modo da avere un atteggiamento più attivo e consapevole nei confronti del nostro benessere. Applicazioni come Apple HealthKit, Nike+ Training Club e Strava e dispositivi indossabili come Apple Watch e Fitbit raccolgono dati sul nostro benessere e ce li mostrano sotto forma di infografiche, inviandoli al nostro smartphone o al nostro computer, consentendoci di visualizzare informazioni prima del tutto astratte e di impostare degli obiettivi sulla base dei dati raccolti.

La tecnologia non solo trasforma il nostro modo di prenderci cura della nostra salute ma elimina anche l’ansia da auto-diagnosi. La possibilità di connetterci con un “dottore digitale” anziché cercare su internet i nostri sintomi (spesso con l’unico risultato di spaventarci e di convincerci di essere affetti di qualche malattia immaginaria) non solo ci è utile ma è anche tranquillizzante. Le biotecnologia sta aumentando la nostra longevità, integrando nel nostro corpo parti meccaniche e materiali organici fabbricati artificialmente, di fatto rendendo possibile un aggiornamento di noi stessi, proprio come faremmo con il nostro computer o il nostro iPhone.

GettyImages-56797212 (1)

La tecnologia sta inoltre espandendo i nostri sensi, consentendoci di vedere più lontano e di viaggiare in luoghi nuovi, reali o immaginati, senza muoverci di un passo. Oggi possiamo esplorare una miriade di paesaggi sulla Terra e nello spazio, lasciandoci stupire dalla bellezza dell’universo ogni volta che lo desideriamo. Le esperienze immersive stanno diventando diventando una realtà (virtuale) alla portata di tutti: basti pensare a dispositivi come Oculus Rift o Google Cardboard.

Parte del fascino della fotografia è da sempre costituito dal fatto che ci consente di vedere persone, luoghi ed eventi che non avremmo mai potuto vedere altrimenti. Oggi le immagini in Ultra HD, le tecnologie 3D e la realtà virtuale superano ogni nostra aspettativa e ci consentono di vivere un’esperienza visuale ancor più coinvolgente. Getty Images recentemente ha reso disponibili immagini a 360° per la piattaforma Oculus, per vivere esperienze più interattive e coinvolgenti che mai. Anziché guardare l’immagine ora possiamo entrare nell’immagine, viverla.

GettyImages-86481433 (1)

Ma se la tecnologia sta diventando una estensione di noi stessi come ne viene influenzato il nostro concetto di essere umano? In un mondo in cui i bambini imparano a maneggiare un touch screen prima ancora di camminare e in cui i confini tra la nostra pelle e le macchine stanno diventando sempre più sfumati, il nostro concetto di personalità è in continuo mutamento. Avremo bisogno di costruire cyborg in stile Terminator? Oppure estenderemo le nostre capacità fisiche e mentali senza aver più bisogno di creare cyborg completamente artificiali? Sono domande che stiamo cominciando a porci e a trattare attraverso le immagini, utilizzando le foto e i nuovi strumenti creativi che ci consentono di malipolarle.

 

Scopri nuove immagini ispirate dalla tecnologia su Getty Images e iStock by Getty Images